Con questa carta mi pulisco il culo

No signori, oggi non parliamo dell’ultimo romanzo di Wilbur Smith o del filone italiano della narrativa metallurgica, ma bensì della cartaigienica.  Lasciatemelo

dire, la carta igienica è un’altra di quelle cose che rimpiango degli anni ’80. Da lunga, resistente e morbida a morbistente:  dico sì che la letteratura di genere ha bisogno di un aggettivo in più per definirsi ma inventare parole a casaccio mi pare da stolti oltre ché esagerato.  Roland Barthes diceva:

Le parole non sono mai pazze (tutt’al più sono perverse): è la sintassi che è pazza.
(da Frammenti di un discorso amoroso, traduzione di R. Guidieri, Einaudi, Torino 1979)

Ma sicuramente non si riferiva alla morbistenza di cui è improprio parlare di sintassi non essendo neppure una parola vera (questo ha recentemente causato le emorroidi a Noam Chomsky per rimanere in tema). La vecchia carta igienica di una volta non c’è più e qui una volta era tutta palude. La letteratura usa e getta (anche biodegradabile a volte) prende Lewis Carroll, lo frusta con un gatto a nove code, mescola gli anfibi lerci di fango con un pò d’ovatta ed eccola qui la carta con cui ti pulisci il culo.  Sempre più liquida (bleah che immagine!) ed inconsistente, si sollazza nei suoi disegni floreali: margherite, primule evocando un romanticismo becero da populino, come se la vostra merda potesse profumare di fiori di campo. Etichette sempre più lunghe, sempre più additivi a simulacro della realtà, è inutile che vi illuda del contrario: non è prodotta veramente con un paio di anfibi CULT, al massimo vi trovate il loro spauracchio. E come tutte le sub-culture con le palle anche quella degli anfibi viene strumentalizzata e metabolizzata dal sistema pubblicitario tanto da farci finire stritolati e ingoiati da una macchina di merda, che produce carta per il culo.

Annunci

One thought on “Con questa carta mi pulisco il culo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...